Referenze

Nicola Di Lernia in due parole secondo i grandi attori del mercato

LUCIDO e PROFONDO • Fabrizio Brogi – Presidente NAU!

1. Se NDL fosse un’auto, che auto sarebbe?
Una Morgan 8 Plus. Bianca o argento.
2. Un pregio-difetto professionale di NDL?
E’ lucido e profondo. Talora romantico, con tendenza al sogno.
3. Con quale spirito si lavora con NDL?
Abbiamo avuto poche occasioni di lavorare insieme. Ma lo spirito è sempre stato positivo e costruttivo. Facile e diretto.

ASCOLTATORE e APPASSIONATO • Dante Caretti – Direttore Generale DATE Eyewear

Di Nicola ricordo un’intervista a Milano, io e lui una buona bottiglia di friulano e via… come se fossimo amici da sempre. Mi ha colpito la sua preparazione come giornalista ma anche il suo sapere ascoltare e condividere. Si legge nei suoi occhi e nel suo essere diverso la grande passione per il suo lavoro. Felice di averlo incrociato nella mia vita professionale e non.

PROFESSIONALE e INNOVATORE • Pierina Moribondo – Segretaria Generale Assogruppi

Lavorare con Nicola significa non solo confrontarsi con un Esperto della comunicazione, ma soprattutto con un Professionista capace di reinterpretare e di valorizzare un progetto offrendogli una veste innovativa e tutto questo senza stravolgerne lo spirito e la filosofia.

STIMOLANTE e INTUITIVO • Marco Carminati – Titolare Foto Ottica Carminati

Ci siamo conosciuti nel 2013 in occasione di un percorso formativo studiato per OxoBergamo di cui mi onoro di fare parte. In realtà la sua presenza in quella occasione fu fugace perché cose ben più importanti lo portarono a non seguire in prima persona la formazione e le proposte formulate, ma bastò poco per intuire la profondità d’animo di Nicola, che mi portò un paio d’anni dopo a cercarlo per chiedere a lui una collaborazione per mettere in pista alcuni progetti che mi frullavano per la testa. Ho utilizzato il termine pista perché mi aiuta meglio a spiegare cosa ho trovato nel corso di questa collaborazione. La sua guida è un misto di diversi stili dove l’aspetto percettivo, derivato da una profonda analisi del mercato nazionale ed europeo, spesso intuisce ed individua la strada migliore da proporre. Ecco che qui la sua guida può diventare in base delle circostanze o sportiva se ritiene di dovere spingere sull’acceleratore oppure prudente se mi deve indurre alla riflessione per evitare errori. Certamente come ogni buon consulente non dirige l’azienda e non sostituisce l’imprenditore ma lo affianca stimolandolo e dialogando. Infatti è un ottimo interlocutore sia per cultura nell’accezione classica, in quanto stimolato alla formazione e all’educazione cioè crescita sia personale ma anche di gruppo che in quella più oggettiva dove il suo sapere organizzato aiuta nello sviluppo sia delle facoltà individuali che dell’impresa ottica. Certo ogni tanto è troppo raffinato e bisogna riportarlo a terra per rintavolare una discussione che determini uno sviluppo sostenibile dell’impresa. Come tutte le persone che amano il bello, ama l’arte, i bei libri e la buona cucina. Ottimo giornalista e scrittore ma soprattutto veneziano D.O.C.

ORIGINALE e STIMOLANTE • Paolo Fonelli – Direttore Strategico NetCity srl

Parlare di Nicola è allo stesso tempo molto facile ma altrettanto difficile.Facile entrare in comunicazione empatica con lui così come, una volta raggiunta la sintonia, avere un rapporto rilassante e contemporaneamente ricco di interessanti contenuti. È però difficile descrivere un personaggio abituato lui stesso a descrivere gli altri e il contesto che ci circonda , senza cadere nelle solite banalità e in complimenti scontati ,di cui per altro non ha bisogno. Nel corso di un progetto condotto insieme recentemente, ho avuto modo di conoscere Nicola e di apprezzarne le doti di sensibilità unite a una vasta e consolidata cultura che non si limita alle cose familiari del nostro settore professionale ma che tocca aspetti molto più ampi e raffinati. Per descrivere il suo approccio si potrebbero spendere aggettivi quali “simpatico“ e “aperto”, ma ciò che lo contraddistingue è la capacità di non essere mai banale ,mettendo in mostra la propria cultura nel rispetto di quella del proprio interlocutore. Pensando metaforicamente ad un’auto, mi viene in mente un modello Citroen degli anni ‘70, la Pallas , dotata all’epoca di soluzioni di grande confort, soprattutto per le esclusive sospensioni idrauliche che garantivano grande comodità nei lunghi percorsi, dalla linea elegante e allo stesso tempo sobria ,giovanile ma anche adatta all’automobilista maturo alla ricerca di prestazioni sicure e durature nel tempo. Lavorare con Nicola rappresenta realmente un piacere , dal punto vista professionale in quanto è capace di fornire spunti e stimoli costanti per costruire insieme progetti di qualità, da quello umano per il rispetto e il sincero interesse che dimostra per le idee altrui, cercando costantemente di trovare una sintesi sinergica e per lo stile improntato a allontanare tensioni e inutili polemiche. In fondo anche il suo nome ,Nicola Di Lernia, è una sintesi tra radici del nostro sud e un’esperienza di vita nell’atmosfera e cultura della splendida Venezia.